Quante volte ci troviamo invischiate in relazioni tossiche oppure in situazioni che non sappiamo gestire? Le motivazioni possono essere tante, ma spesso c’è di mezzo una carenza di amore verso noi stesse.
Dovremmo ricordarci ogni mattina appena alzate che dobbiamo amare noi stesse prima di qualsiasi altra persona.

Può sembrare per alcune di noi un concetto assurdo: come posso anteporre me stessa a mio figlio o al mio partner?
Fidati, puoi. Anzi, devi.
Per due semplici motivi: il primo è che “sacco vuoto non si regge in piedi”. Fuori di metafora, se dimentichi di riempirti di amore verso di te, non puoi più dare nulla a nessuno.
O meglio puoi ancora dare, ma niente che sia veramente amore. Puoi dare attaccamento, puoi manipolare per ricevere attenzioni, puoi dare con l’obiettivo di ricevere indietro qualcosa. Ma non dai amore, il cui presupposto è esserne piena e vivere e dare liberamente.

Secondo motivo, altrettanto importante: amare noi stesse e scegliere la vita che vogliamo non è egoismo. L’egoismo è non far vivere agli altri la loro vita e manipolare le loro scelte.
“Ama il prossimo tuo come te stesso”: il vero significato di questa frase è che dobbiamo amare noi stessi per primi, e solo dopo che abbiamo capito i meccanismi del vero amore, possiamo pensare di estendere questo sentimento al prossimo.

E quindi come fare?

Usa la giuste parole verso di te

Le parole contengono vibrazioni molto potenti capaci di influenzare in positivo o negativo il nostro subconscio e quindi la nostra vita.
Non dobbiamo mai criticarci con parole o locuzioni come “stupida”, “buona a nulla”, “imbranata”, ecc…
E dobbiamo PRETENDERE che nessuno utilizzi parole di questo genere con noi.
Sono critiche distruttive, che non ci portano lontano.
Dobbiamo sostituirle con una presa di consapevolezza, descrivere quello che oggettivamente è successo riproponendoci di migliorare la prossima volta per non incappare nello stesso errore.
Quindi non dire: “Sono una stupida, ho fatto scuocere la pasta.”
Ma: “Potevo stare più attenta, la prossima volta imposto un timer.”
Si tratta di un esempio banale, ma il concetto è evitare il più possibile auto-giudizi. Non so se te ne rendi conto ma nella giornata “banalità” di questo genere accadono frequentemente, ed è importante evitare che le parole distruttive piano piano si sedimentino nel profondo e intacchino la percezione del nostro vero valore.
In aggiunta, poniamo attenzione su ciò che ci riesce bene. Diamoci delle autogratificazioni “Come sono stata brava!” “Ce l’ho fatta! Sono proprio in gamba!” ogni volta che riusciamo in qualcosa.

Perdonati e sii gentile verso te stessa

Una cosa è certa: non nasciamo con il libretto delle istruzioni.
Abbiamo due possibilità a questo punto: ci possiamo adeguare al modo di vivere comune, consolidato, a quello che “mediamente” è giusto perchè “se lo fanno in tanti non può che essere così”.
Oppure decidiamo di vivere la nostra vita in modo creativo, prendendocene completamente la responsabilità e accettiamo “l’errore” come tappa necessaria per la nostra crescita.
Henry Ford disse “L’unico vero errore è quello da cui non impariamo nulla”. Questo deve essere il nostro mindset verso la parola “errore”.
Sviluppare un pò di più l’autoironia ci aiuta a sdrammatizzare e alleggerire le nostre piccole e grandi cadute, senza che questo ci porti a deresponsabilizzarci.
Perdonarci ed essere gentili è fondamentale, perchè ci predispone all’empatia verso gli altri e degli altri verso di noi, alimentando un circuito virtuoso.
Inoltre ci aiuta a non colpevolizzarci per qualsiasi cosa che vada male.
Quando sentiamo sentimenti negativi di questo tipo che si avvicinano, fermiamoci e respiriamo profondamente. Immaginiamo energia pulita che entra e tutto ciò che è tossico che esce con l’espirazione.
E ripetiamo: “Mi voglio bene e mi accetto completamente”.

Sposta il focus sui tuoi punti di forza

Il nostro obiettivo nella vita non è diventare robot senza difetti, ma riconoscere i nostri doni e farli splendere all’ennesima potenza!
Andare verso una vita creativa che produca frutti da donare agli altri.
Come fare?
Inizia a scriverti in un foglio i tuoi punti di forza e cosa puoi fare già da oggi per esprimerli ancora di più.
Aggiungi a questo ogni giorno un pizzico di coccole verso te stessa, gratificati e ripetiti “Io merito tutta la felicità di questo mondo”.
Perchè è proprio così: nel momento in cui nasciamo, meritiamo di essere felici.

Impara a chiedere

Il mondo è pieno di persone disposte a darci una mano. Ma spesso non chiediamo per orgoglio e finiamo per disperdere energie preziose per fare qualcosa di arduo o che non ci riesce bene in autonomia. In questo modo togliamo energie a ciò che siamo chiamati a fare.
Siamo esseri umani e non possiamo fare tutto da soli. Saper chiedere aiuto è importante per non distruggere la nostra vita e quindi imparare ad amarci. Ricordiamoci che siamo meritevoli di ricevere aiuto.

Impara ad aver pazienza

Accettati anche quando non riesci ad amarti: è vero che è giusto che tu inizi già da oggi a provarci, ma datti tempo per imparare a farlo completamente. Ti posso garantire che anche chi è da anni in percorsi di consapevolezza, può inciampare in momenti in cui sente venire meno l’amor proprio. Bisogna accettarli senza giudicarci.
Ogni volta che vogliamo cambiare un atteggiamento nella nostra vita, dobbiamo ricordaci che ci vuole tempo, e la costanza è la virtù più importante da coltivare per il nostro successo personale.
Quando vogliamo ottenere tutto e subito, ricordiamoci quanto tempo abbiamo dedicato per lo studio o per imparare un lavoro.

Non alimentare la paura

A volte manchiamo di amore perchè non ci sentiamo capaci di avere una vita realizzata. Non siamo noi sbagliati, ma è la nostra mente che non è diretta verso il giusto obiettivo, come ho già spiegato in questo articolo.
Se ti fai dominare dalla paura, creerai una vita piena di questo sentimento. Il pensiero crea, ma per fortuna anche in positivo. Sostituisci il più possibile pensieri catastrofici con pensieri positivi.
Immaginati in modo dettagliato mentre vivi la vita che desideri. E fai questo esercizio ogni giorno.
Se ti può essere utile, creati una vision board: prendi foto, frasi che richiamino ciò che vuoi ottenere nella vita e attaccali a un pannello che sia sempre ben in vista in casa tua.

Guardati allo specchio

Prenditi l’abitudine ogni giorno di guardarti allo specchio e dirti ad esempio: “Ti voglio bene! Cosa posso fare per renderti felice oggi? Come posso prendermi cura di te e dei tuoi progetti?”
Ascolta la tua voce interiore: la risposta arriva sempre, anche se non necessariamente subito. Se poi, durante la giornata, qualcosa va storto, mettiti di fronte allo specchio dicendoti: «Ti voglio bene e ti accetto comunque.» Se succede qualcosa di bello, mettiti ugualmente di fronte allo specchio dicendo: «Grazie infinite!».

Conclusioni

L’amore verso se stessi è il pilastro fondamentale di una vita pienamente realizzata.

In questo articolo abbiamo visto sette strategie che puoi iniziare ad adottare già da oggi per imparare ad amarti.

Se ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla newsletter!

Vuoi iniziare un percorso personalizzato che ti porti a sviluppare le tue potenzialità e a iniziare a costruire la vita e le relazioni dei tuoi sogni? Scrivimi per informazioni a info@alchemyca.com oppure visita la pagina del mio percorso Il Sentiero della Dea