Quello delle relazioni d’amore è uno dei temi fonte di gioie e dolori. Ognuna di noi ha sperimentato conflitti, difficoltà, incomprensioni o aspettative deluse: è “fisiologico” e fa parte del processo di conoscenza di se stesse e del mondo.
Ma può accadere che questi problemi di relazione ci siano un po’ troppo spesso.

E allora occorre un attimo fermarsi e capire meglio cosa sta succedendo.
Dobbiamo capire che energie stiamo emanando e chiarirci bene le idee su quali persone vogliamo nella nostra vita.
Di seguito qualche considerazione utile.

1- Mettiti al centro della tua vita

Nei miei post l’ho ripetuto e lo ripeterò all’infinito: noi donne dobbiamo sempre ricordarci di metterci al centro delle nostre vite.

E farlo per noi stesse, perché è l’unico investimento sicuro che possiamo fare nella nostra vita.
E poi pensiamoci un attimo: ci piacerebbe, a parti inverse, avere a che fare con un uomo che si adatta totalmente a noi, trascurando i suoi interessi? Credo di no, a meno che non siamo fan della co-dipendenza.
E per quale motivo a un uomo sano di mente dovrebbe piacere una specie di geisha che non ha altro obiettivo che l’andare incontro alle esigenze di lui?
Anche le più emancipate di noi purtroppo inconsciamente devono fare i conti con 5000 anni di (odiatissimo) patriarcato: e spesso quando ci innamoriamo tutto ruota intorno alla persona del nostro cuore.

Mentre lui, giustamente, mette al centro se stesso. E dopo ci siamo noi. E non per questo non ci ama. (ps: ovviamente è diverso il caso in cui la persona ci relega a un misero angolo della sua vita…in quel caso vedi il punto 2: vogliamo veramente una relazione cosi?).
Ricordiamocelo, perché un amore sano ha bisogno di due individui che abbiano un loro centro e una loro corretta distanza.
Fai splendere la tua energia più pura: solo così attrarrai persone sulla stessa lunghezza d’onda.

2- Impara ad essere consapevole di te stessa

Fermati un attimo e analizza i tuoi atteggiamenti nel modo più obiettivo possibile.
Cosa dai nei rapporti? Quali sono i tuoi punti di forza? E le tue debolezze? Cosa pretendi che non sai dare?
Cerchi un contatto autentico con l’altra persona o l’altro ti serve come “valvola di sfogo” o cuscinetto per le tue insicurezze?
Sai prenderti le tue responsabilità quando sbagli?
È importante rispondere a queste domande: senza mettere in campo il giudizio, ma bisogna diventare consapevoli delle nostre modalità di relazione, per lavorare sugli angoli da smussare, poter offrire un contatto più genuino agli altri e ricevere indietro altrettanto.

3- Cerca di capire cosa vuoi dalle relazioni

Che tipo di partner vorresti? Tutte vogliono il grande amore con mille caratteristiche..ma quali sono quelle essenziali che cerchi in un’altra persona?
Anche qui, parti da te. Cerca di capire che vita ti piace fare, come vorresti sentirti. E in base a quello, pensa alla persona che più potrebbe adattarsi a questo tuo ideale di vita.
Quindi se sei super mondana, e non sai rinunciare a eventi, serate ecc. non cercare il pantofolaio.
Ti piace sentirti coccolata e ti piace avere una persona che ti esprima liberamente pensieri e sentimenti? Non cercare il fascino del bel tenebroso che fa fatica a salutarti.
E di base una regola sola: chiunque entri nella tua vita ti deve rispettare. Se determinate parole o comportamenti non ti piacciono, è tuo diritto farlo presente: se non coglie e continua, non avere paura di perdere qualcuno che non ti rispetta.
Detto questo, ora prendi carta e penna, fai l’identikit della persona che cerchi e rileggitelo ogni giorno coltivando la certezza nel cuore che questa persona arriverà.

4- Ingrana le marce una alla volta

Partire in quinta è la maggiore fonte di disastri nelle relazioni con un nuovo partner.
Anche perché al 99% parti in quinta con l’idea che ti sei fatta di lui, senza conoscerlo bene.
Non significa razionalizzare tutto e buttare acqua a secchiate sul fuoco dell’innamoramento. Ma semplicemente, accetta la scommessa, scopri un po’ il fianco (sì perché se vuoi conoscere veramente qualcuno, devi metterti in gioco anche tu) ma ricorda la regola del punto 1, ossia di rimanere al centro della tua vita.
Mantieni quell’atteggiamento di curiosità di chi non sa nulla dell’altro ed evita i film: questo ti permette di far crescere una relazione piano ma accogliendo veramente l’altra persona nella vita.
O nel caso le cose non funzionino, ti permette di non farti ingannare dalle apparenze.
Ah, ultimo: non fare promesse e non fartele fare. Potrebbe succedere che per mantenerle devi tradire te stessa, o mettere in difficoltà lui. Il vero amore nasce nella libertà.

5- Ascoltati

Rimani in contatto sempre con te stessa, con le tue emozioni e il tuo corpo. Nota i segnali. E soprattutto nota se dopo una serata passata con una persona sei carica o scarica.
Perché può capitare che una persona ti piace molto ma non si sa perché (ma se fai un po’ di autoanalisi lo capisci benissimo) ti trovi senza energie, magari non ti sei sentita a tuo agio.
Spesso sono i primi segnali di qualcosa che con il tempo è destinato a diventare un problema vero e proprio.

Conclusioni

Ho raccolto qualche spunto su cui iniziare a lavorare per delle relazioni più appaganti.
Spesso problemi nelle relazioni derivano da una mancata gestione delle emozioni e da schemi limitanti che ci portano ad autosabotarci. Sto lavorando a un corso per insegnare delle tecniche veloci ed efficaci che ci permettono di eliminare questi limiti e portare le nostre relazioni a un altro livello. Scrivimi a info@alchemyca.com per maggiori informazioni!